Mo24 - Il quotidiano on line di : Notizie, eventi, informazioni, politica ed economia della città e dalla provincia ultimo aggiornamento
banner
blank
 Mo24.it - Eventi e Notizie da  in Tempo Reale 
banner
blank
NUMERO BATTUTE 3814 TEMPO LETTURA: meno di 2 min. LINK APPROFONDIMENTO: 4
CRONACA
16/04/2017 05:39:38

Uomo ha rapito una bambina a Castelfranco

Dopo tre giorni è stata ritrovata in Spagna

Mo24 - cronaca - uomo ha rapito una bambina a castelfranco dopo tre giorni è stata ritrovata in spagna
Un uomo, ospite di una coppia di conviventi a Castelfranco, ha rapito una piccola di 10 anni figlia della donna e l'ha portato in Spagna nell'auto di famiglia.
I Carabinieri hanno raccolto la denuncia disperata della madre e hanno immediatamente diffuso a livello europeo la situazione facendo scattare indagini e ricerche.
Poi, al quarto giorno, l'uomo con la bambina sono stati intercettati e bloccati in Spagna, in una località del sud, in Andalusia.
La bambina è tornata a casa, l’uomo, un trentenne, dovrà rispondere di sottrazione di minori presso la giustizia italiana e presto pure lui tornerà dalle nostre parti.
Il quadro di questa inquietante vicenda, che ha mobilitato non pochi uomini e risorse dell’intelligence non solo italiana, è ancora da chiarire nelle motivazioni, nei particolari, ma almeno il contesto sembra a vere delle caratteristiche abbastanza delineate. La bimba di dieci anni, era consenziente. Ovvero lei stessa, come avrebbe dichiarato alle forze dell’ordine al momento del suo ritrovamento in terra spagnola, voleva allontanarsi dal nucleo famigliare. E il suo “rapitore” sarebbe, sempre secondo le sue dichiarazioni, una specie di amico-salvatore, uno “zio” a cui lei era diventata nel tempo molto affezionata.
Ma torniamo a Castelfranco, in quella casa da cui è partita tutta la vicenda. Lì vi abitano un italiano, sui trent’anni, che da qualche tempo ha una relazione, convive con una trentenne rom. La donna ha una figlia, la bimba di dieci anni appunto, avuta da una precedente relazione. In quella casa c’è anche una quarta persone, un 30enne pure lui rom, amico della donna. Quest’ultimo abita con loro da circa un anno, una presenza ormai fissa. In base a quanto hanno accertato i militari dell’Arma, il trentenne rom era una sorta di “zio” per la bambina, aveva instaurato un ottimo rapporto ed era nel tempo diventata una figura di rifermento.
Poi, evidentemente, qualcosa si strappa nel rapporto tra la bambina e la madre o tra la bimba e l’uomo italiano che ha la relazione con la madre. Sta di fatto che una mattina la mamma si alza di buon ora, va a vedere nella stanza della figlia e non la trova. In casa non c’è nemmeno colui diventato l’ospite fisso. Paura, angoscia, attimi di disperazione, poi il dramma si concettizza ulteriormente: anche l’auto, quella dell’italiano, è sparita.
La donna chiama subito i carabinieri di Castelfranco ipotizzando sin da subito che si potesse trattare di un rapimento. «Me l’hanno portata via, cercatela, trovatela, è la mia bambina», urlava disperata. Sono scattate pertanto le indagini, sono partite le fotosegnalazioni, nominativi, descrizioni, diffuso il numero di targa e modello della vettura della fuga iniziale. Tutti questi dati sono stati forniti alle forze dell’ordine che collaborano fra loro in Europa. Qualche traccia, qualche primo avvistamento, poi ecco che, dopo tre giorni di angoscia per la madre, dalla Spagna è arrivata la notizia più attesa: la bimba è stata trovata, sta bene, non ha subito alcun tipo di violenza. Per l’uomo, per lo “zio” con cui lei è fuggita pare non sia scattato l’arresto anche alla luce delle dichiarazioni della minorenne. Per ora quindi non sarebbe accusato di rapimento ma di sottrazione di minore.


  
comunity button comunity button comunity button (Altre Notizie per: Denunce nel Modenese - | tags - parole chiave
ipsedixit
ipse dixit
CARLO MUZZARELLI
sicuramente le attività svolte vanno nella giusta direzione, purtroppo però il fenomeno non è regredito, anzi, i numeri sono in aumento
ipse dixit
ipse dixit
CARLO MUZZARELLI
sicuramente le attività svolte vanno nella giusta direzione, purtroppo però il fenomeno non è regredito, anzi, i numeri sono in aumento
ipse dixit
ipse dixit
CARLO MUZZARELLI
Ora quindi non è più rinviabile un decreto legge che restituisca dignità finanziaria a un ente previstOra quindi non è più rinviabile un decreto legge che restituisca dignità finanziaria a un ente previsto dalla Costituzione per continuare a garantire i servizio dalla Costituzione per continuare a garantire i servizi
ipse dixit
 
LAST MINUTE
NOTIZIE DENUNCE NEL MODENESE

Treno fermo a Castelfranco

Ieri, il treno regionale veloce delle 13,28 da Bologna è rimasto fermo per 20 minuti alla Stazione di Castelfranco quando qu...

Minacce di morte al Sindaco di Campogalliano

Un utente di Facebook, già individuato dai Carabinieri, ha postato dei commenti minacciosi al primo cittad...

Carpigiana si inventa uno scippo dopo aver perso i soldi al videopoker

Il tutto è nato lo scorso 18 febbraio quando la donna si è recata dai Carabinier...

Mirandola, giovane denunciato per guida in stato di ebbrezza e possesso di droga

L'altra notte, due pattuglie della Polizia Stradale, una di Modena ed ...

Le Fiamme Gialle scoprono una maxi evasione fiscale a Sassuolo

In una palestra del Centro cittadino, agenti della Guardia di Finanza hanno scoperto che...
banner
 
banner
Unindustria Servizi s.r.l.MO24.it - © 2017 Unindustria Servizi s.r.l. - PI 02566690364